Tennis

Il tennis è uno sport che vede opposti due giocatori (incontro singolare) o quattro (due contro due, incontro di doppio). I giocatori utilizzano una racchetta al fine di colpire una piccola palla. Scopo del gioco è colpire la palla per far sì che l’avversario, posto nell’altra metà del campo da gioco, non possa ribatterla dopo il primo rimbalzo o battendola finisca con il commettere fallo.

Regolamento

Il tennis viene praticato con una racchetta e una palla su un campo diviso in due da una rete. Il campo può essere in terra battuta, erba, cemento o materiale sintetico; sono sempre di più i campi al coperto che permettono l’attività anche d’inverno. Lo scopo del gioco è di mandare la palla nel campo opposto, in zone delimitate da righe in base al tipo d’incontro ossia singolo o doppio, per far punto facendo toccare una volta a terra la palla nel campo avverso in modo che l’avversario non possa rispondere, il punto si assegna anche quando l’antagonista non riesce a far passare la palla sopra la rete e quando l’avversario non riesce a prendere la battuta; la palla viene generalmente colpita con la racchetta, mai staccata dalla mano, al volo o dopo solamente un rimbalzo. Gli incontri hanno dei punteggi che si suddividono in partite, in inglese set; in base ai tipi di torneo gli incontri sono al meglio dei 3 o 5 set ; una partita è costituita da 6 o più giochi, (games). Dal 1976 se però i giocatori sono sul punteggio di 6-6, quando il regolamento del torneo lo prevede, si disputa un gioco decisivo, in Inglese tie-break, per conseguire la vittoria sul 7-6, eccetto in genere che nel quinto set. Il punteggio di un gioco assegna punti nella successione di 15 – 30 – 40 – vittoria e se i giocatori sono sul punteggio di 40 – 40 consegue la vittoria chi vince 2 vantaggi consecutivi. Nel tie-break vengono assegnati punti nella normale successione numerica (1, 2, 3, 4, …): si aggiudica il gioco decisivo chi per primo realizza 7 punti, con uno scarto minimo di due punti (ad esempio 7-5, 8-6 e così via). Per vincere un gioco così come per vincere una partita un giocatore deve superare l’avversario sempre di almeno 2 punti; quindi il risultato di una partita può essere: 7-6 (tie-break), 7-5, 6-4, 6-3, 6-2, 6-1 o 6-0.

 Campo da tennis

Campo da Tennis

Il rettangolo di gioco ha le seguenti dimensioni: 23,76-23,78 m x 10,97 m,compresi i corridoi laterali che sono larghi 1,37 m e sono validi solo nelle partite di doppio. La rete divisoria ha un’altezza di 0,914 m al centro e 1,07 m ai pali di sostegno. Da ciascun lato della rete le linee a essa parallele sono distanti 6,40 m; subito dopo 5,49m sono tracciate le linee di battuta. Ai lati e al fondo del campo di gioco vi dev’essere spazio sufficiente per i movimenti del giocatore: rispettivamente di 3,65 m e 6,40 m per le gare internazionali e 3.05 m e 5,50 per le gare nazionali. Le cifre decimali che esprimono le misure del campo riflettono il fatto che il regolamento del gioco è stato fissato nei paesi anglosassoni, dove è in uso il piede come unità di misura della lunghezza. Tali dimensioni, espresse in piedi (simbolo ft), sono infatti 78 ft x 36 ft, compresi i corridoi laterali, che sono larghi 4,6 ft e sono usati solo nelle partite di doppio. La rete divisoria ha un’altezza di 3 ft al centro e 3,5 ft ai pali di sostegno. Da ciascun lato della rete e parallele a essa, a 21 ft di distanza, sono tracciate le linee di battuta.

 Palla da tennis

Pallina da TennisLa palla è in gomma rivestita da uno strato di feltro, ha il diametro di circa 6 cm e il peso di circa 58 g; negli incontri dei tornei professionistici si usano sempre palle nuove che vengono cambiate dopo 7 giochi dall’inizio dell’incontro e poi ogni 9 giochi disputati (il motivo per cui si cambiano le palline per la prima volta dopo 7 giochi consiste nel fatto che esse vengono in parte consumate anche durante i palleggi preliminari all’incontro). La battuta è affidata alternativamente a ciascun giocatore per un intero gioco. L’incontro è diretto da un arbitro ossia giudice di sedia coadiuvato da giudici di linea e un giudice di rete.

Gioco/game

 Un gioco, in inglese game, è parte essenziale di una partita a tennis. Esso si conclude normalmente quando un giocatore mette a segno il suo quarto punto. Nel caso in cui i giocatori siano a 40 pari, il gioco passa ai vantaggi e per vincere un giocatore deve realizzare 2 punti di seguito partendo sempre da una situazione di parità. Nel doppio questa regola è stata sostituita dal killer point, il punto vincente sul pareggio: chi realizza il primo punto, in situazione di parità, vince il gioco.

 Particolarità del punteggio

Nel gioco del tennis è paradossalmente possibile che chi segna più punti possa perdere l’incontro. Ciò accade in virtù del fatto che il singolo gioco si assegna con il punteggio sopra citato. Per esempio: se i due giocatori terminano la partita o set con il punteggio di 7-5, concludendo ogni gioco ai vantaggi, il giocatore che vince la partita o set ha segnato 4 punti in più dell’avversario per ogni set che vince in tale maniera. Supponendo che l’avversario vinca il secondo set per 6-0 (tutti i giochi ai vantaggi) avrà realizzato in quel set 12 punti in più. Pertanto il vincitore avrà vinto i due set facendo in tutto 8 punti in più dell’avversario, mentre questo ultimo nell’unico set vinto ha fatto 12 punti in più. Anche in uno stesso set il giocatore che perde può aver fatto più punti dell’avversario; ad esempio perdendo il set 7-5, se vince 5 game lasciando a 0 l’avversario (20 punti) e perde i 7 game ai vantaggi (-14 punti), fa addirittura 6 punti più dell’avversario. In termini “pugilistici” ai punti avrebbe vinto il giocatore che ha fatto meno set, cosa che ovviamente nel tennis non conta. Lo stesso si può dire per quanto riguarda i giochi vinti in totale e l’esempio precedente (7-5, 0-6, 7-5) ne è riprova. In definitiva il vincitore è colui che avrà totalizzato almeno 2 set negl’incontri al meglio dei 3 set e almeno 3 set in quelli al meglio dei 5: previsti solo negl’incontri maschili di Coppa Devis e dei tornei del Grande Slam.

La ripetizione della battura “Let”

 Chi serve deve far rimbalzare la palla entro il rettangolo di campo situato a rete sul lato in cui si trovi l’avversario. Si hanno due possibilità prima che il punto venga assegnato al suo avversario. Esiste però un’eccezione: se la palla rimbalza nel rettangolo giusto ma tocca prima il nastro bianco che delimita la superficie della rete, il servizio può essere ripetuto senza intaccare le due possibilità appena dette. La ripetizione della battuta viene detta “let” in Inglese, ma spesso è chiamata erroneamente “net” anche se in realtà la palla tocca il nastro e non la rete stessa. Il termine “let” invece deriva dalla frase Inglese “Let’s play again” cioè “rigiochiamo”. A tal proposito, si può inoltre notare che il termine “let” (oppure “let’s”) viene utilizzato in generale dall’arbitro per fermare il gioco e decretare che venga rigiocato il punto: l’uso di questo termine è quindi indipendente dalla causa dell’interruzione del gioco. Oltre alla palla che tocca il nastro in seguito a un servizio, per esempio il “Let” può essere chiamato dall’arbitro quando egli ritiene che il gioco sia stato disturbato, per i motivi più svariati. La prima battuta di ogni Game si effettua dalla parte destra del campo del giocatore battente mentre la successiva sulla sinistra, l’altra ancora sulla destra e così via in maniera alternata. Un riferimento importante su quale sia la posizione dalla quale battere è il punteggio ovvero se la somma dei punti conquistati da un valore dispari allora la battuta dovrà essere eseguita a sinistra mentre se la somma è pari a destra. Ad esempio se il punteggio è di 40-15 si avrà che : per ottenere 40 sono stati messi a segno 3 punti (15,30,40) mentre l’avversario per ottenere 15 uno solo. La somma è uguale a 4 punti messi a segno e quindi essendo pari la battuta dovrà avvenire a destra.

I colpi fondamentali

 Nelle scuole di tennis, i maestri iniziano sempre con l’insegnare 4 colpi: il dritto il rovescio la battuta o servizio il colpo a volo o volèe.

 I tornei

 Per i tennisti l’importanza dei tornei corrisponde, dopo i tornei del Grande Slam e le Olimpiadi, a categorie definite così in lingua inglese: ATP World Tour Finals ATP World Tour Masters 1000 ATP World Tour 500 series ATP World Tour 250 series ATP Challenger Tour ATP Futures Series Per le tenniste le categorie, dopo i tornei del Grande Slam, erano così definite: Tornei WTA Internationa Tornei WTA Premier.

Fonti Wikipedia continua ….

Lascia un commento