Iniquità sociale

By | 1 dicembre 2015

Due pesi due misure 150È stata pubblicata in data odierna la delibera di giunta n.88 del 14 novembre scorso con oggetto “Approvazione schema di convenzione con Associazione Culturale Serra Alta per utilizzo struttura comunale denominata “Rifugio Sambucito”: Provvedimenti”.

In questa delibera si concede in comodato all’Associazione Serra Alta il “Rifugio Sambucito” e le aree annesse, per consentire l’utilizzo a fini di turismo ambientale e di rifugio montano. Il comodato è a titolo “essenzialmente gratuito”. Il contratto durerà 5 anni, ma per ogni singola stagione annuale l’Amministrazione approverà le eventuali tariffe da applicarsi per il godimento del bene da parte di terzi.

Ora non abbiamo nulla da contestare, anzi, ben vengano altre iniziative simili.

Ma è curioso costatare come in questo paese i diritti valgono per alcuni ma non per tutti.

La nostra associazione aspetta ormai dal lontano 2009 la concessione dei campi da gioco, sempre più abbandonati al loro destino e che continuano a degradarsi sempre di più, andando ad incrementare anno per anno la spesa necessaria per il loro ripristino.

È curioso come la nostra richiesta non possa essere accolta perché “il regolamento comunale relativo all’associativismo” non è valido, ma questo non preclude nulla alle altre associazioni. E questa affermazione della non validità viene direttamente dal Sindaco ed è di diversi mesi fa, dichiarazione che accompagnava con l’imminente riunione che avrebbe dovuto convocare chiamando tutte le associazioni del paese per esporre il problema e trovare una soluzione comune. Ad oggi nulla è stato fatto e probabilmente le altre associazioni neanche conoscono il problema, ammesso che sia vero.

È curioso come questo errore da loro commesso possa impedire il buon esito della nostra richiesta ma contemporaneamente non possa impedirne qualunque altro proveniente da altre associazioni.

Qui le cose sono due, o il regolamento non è valido e quindi non è consentita nessuna attività ne tanto meno il versamento di alcun contributo o il Sindaco continua a prendere in giro i suoi cittadini, in particolare i nostri associati.

Onestamente non ci sono più parole per descrivere questo immenso schifo. Questa è l’ennesima dimostrazione di come in questo paese esistano disparità civili ed una arroganza amministrativa.

La conferma che l’iniquità sociale è sempre più forte perché imposta proprio da chi dovrebbe essere espressione di tutte le realtà del paese e non solo di alcune.

Articolo modificato il 22.12.2015 dopo aver ricevuto alcuni chiarimenti da parte dell'”Associazione Serra Alta” che come noi ha avuto enormi difficoltà a far valere i propri diritti, ma che almeno oggi, dopo anni può sentirsi, anche se in parte, appagata. A loro va il nostro augurio e le mie personali scuse per le accuse “gratuite” rivolte senza averne avuta una reale intenzione. Sperando che accettino le mie scuse, auguro loro un futuro radioso e ricco di soddisfazioni.

Lascia un commento